Avola:Proteste agli Uffici Sociali mentre gli euri del 2017 corrono con le determine!

Da due giorni gli uffici dei servizi sociali sono presi d’assalto da decine di cittadini che pretendono la difesa dei loro diritti nei confronti di una amministrazione che lascia a zero le casse degli uffici sociali,contribuendo in tal modo a far scattare l’ira di onesti cittadini,e che piazzandosi con le sedie davanti l’ingresso degli uffici chiedono dove sono finiti gli aiuti che tale amministrazione ha promesso e ha dato,come:borse lavoro e pagamento a chi in difficoltà economiche di bollette.

Ma,nulla da fare!

All’inizio,cioè il primo giorno,assessori e primo cittadino – senza contare tutti i consiglieri – erano dileguati chissà dove,tant’è vero (e non capiamo il motivo) l’amministrazione ha richiesto l’intervento della Polizia di Stato,che fatto sta,ha riscaldato gli animi,facendo proseguire la protesta anche ieri e stamane.

I manifestanti,a cui hanno vietato di fare foto e video,hanno voluto conto e ragione del mancato aiuto,finchè ieri – non sappiamo chi precisamente – ha precisato che stamane avrebbero diviso un buono spesa,operazione avvenuta ..con 50 euro (cinquantaeuro) – buono che inizialmente doveva essere di 75 euro – hanno cercato di togliersi i manifestanti di torno,dopo che in molti con grande voce hanno detto:

non cercateci per queste elezioni,dovete andate tutti a casa (ndr)!

Ma nel frattempo,l’amministrazione cosa sta facendo?

Negli ultimi mesi,tramite determine tra cui la maggior parte ad indirizzo politico – ha avviato una serie di lavori di manutenzioni a conto del prossimo bilancio e incassi che ci dovrebbero essere nel 2017!

  • Nella determina del 11/07/2016 veniva affidata ad una ditta di fiducia l’appalto per la fornitura della vernice delle ringhiere del Lungomare Tremoli e Contrada Cicirata per €. 3.664,80;
  • Nella determina del 19/04/2016 veniva assegnato dopo aver richiesto preventivo alle ditte affidatarie,l’appalto per la verniciatura del Lungomare Tremoli per il valore complessivo di €.3.294,00;
  • Che con determina del 14/02/2017 veniva affidato appalto per le pensiline in piazza Trieste per euro 11.468,00,tale compenso diventerà esigibile dopo entro l’esercizio dell’anno finanziario 2017;
  • Con determina del 08/02/2017 veniva assegnato l’appalto per la ricostruzione del tratto della piazza Umberto I°(pericoloso visto che durante la realizzazione forse non si era ritenuto conto che in quel tratto geologicamente il terreno tende a muoversi causa il canale che conduce alla chiesa Madre)per euro 9.160,00 sempre in deroga dell’esercizio provvisorio fìnanziario 2017.

Questi alcuni dei lavori,di cui non conteggiamo momentaneamente il rifacimento di alcune strade come via Galileo Galilei a conto preventivo 2017.

La domanda,che a questo punto sorge spontanea,perchè non conteggiare anche le casse dei servizi sociali in conto spesa per evitare l’ennesima chiusura degli stessi uffici per mancanza di danaro,che come sempre è sempre disponibile per strade,ringhiere,sagre ma soprattutto abbonda per tutte le festività di annuali a suon di centinaia di mila euro che sono costati in 5 anni di amministrazione (abbozzando le somme) più di 1.300.000,00 (unmilionetrecentomila0) escludendo viaggi ed EXPO?

A voi l’ardua sentenza dei fatti e dei conti!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...