Avola: La Stampa? Funziona!

Il modo di fare e di intendere la politica non cambia nella nostra amata Isola. Prendiamo ad esempio Avola, cittàdina in provincia di Siracusa con circa 33.000 abitanti, cuore della politica siciliana dagli anni della DC (democrazia cristiana); sarà nel cuore dei pochi o dei molti non si sa, una cosa pero’ è certa sarà per i cognomi o per le stirpi potenti, ma, alla fine, i nomi dei consiglieri e dei politici di turno sono sempre gli stessi. Così, oggi, con tanta democrazia e rivoluzione – grazie ai social,come facebook, o ai blog – tutti commentano e sono esperti di politica,amministrazione pubblica e di giornalismo. Ad ogni modo,da alcuni giorni la situazione sembra più movimentata nei social e in blog della città, dove politici vari accusano addirittura i giornalisti e la stampa locale con il seguente titolo:

LA STAMPA AD AVOLA? FA RIDERE, MA È TUTTO SOTTO CONTROLLO a scrivere il titolo e un articolo a tal proposito è il fondatore dei forconi ad Avola Mariano Ferro

mariano-mpa

foto fonte Argocatania

(Fonte articolo Avolablog )

che, continuando nell’articolo accusa l’attuale sindaco dr. Giovanni Luca Cannata di essersi comprato l’editoria giornalistica della provincia. Niente di nuovo sulle accuse,in quanto da 4 anni si continua con questo teatrino,se non fosse per un particolare, a partecipare a questo dibattito sembrano convenuti, more solito, sempre gli stessi tra cui Sebastiano Passarello,Gaetano Cancemi (ex sindaco della città),Tonino Sano S.E.L a dispetto di di chi vorrebbe nuovi volti e cognomi e chi invece no. Ma nessuno che parla della nostra presenza (siracusapress.com) ormai presente da quasi un anno,infatti, mentre nel social tutti siamo amici e conoscenti,qui sembra non conoscerci nessuno,come mai? Abbiamo fatto due conti e abbiamo notato subito che: 1) entrambe le parti anti e pro amministrazione,sono ancora legate all’uso di prepararsi i discorsi prima, mentre il nostro portale e il nostro modo di fare informazione e più evoluto, infatti noi preferiamo fare direttamente l’intervista senza nulla di pronto, perché tutto si evolve e visto che ormai nessuno ama la burocrazia, l’intervista e lo streaming non lasciano dubbi né incertezze; 2) entrambe le parti, eccetto qualcuno, sono stati invitati più volte a concederci un’intervista, ma hanno sempre rifiutato.. A questo punto ci chiediamo: Sicuro che ad Avola la stampa fa ridere? No, la verità consiste nel fatto che tutto deve essere controllato non devono esistere “voci” o giornali online fuori dal coro. Questa non è, di certo, democrazia o pluralismo, i politici locali vogliono, in parole povere, controllare tutto per poter gestire liberamente il potere, senza nessun controllo.

Ma vogliamo andare oltre, mentre costoro si dibattevano e pensavano a commentare, noi siamo andati a rivedere i dati delle ultime elezioni,e se le matematica non è opinione e la nostra percezione è giusta, lo sarà anche la vostra, infatti guardando la fig.1) noterete lo share dei voti e capirete che alla fine hanno vinto tutti….o come spesso accade …..i soliti noti.

[pdf-embedder url=”localhost/wp-content/uploads/liste.pdf”] [pdf-embedder url=”localhost/wp-content/uploads/sindaco.pdf”]

Politica di Avola

Tanto per finire, dall’archivio storico del Ministero dell’interno (in quanto da quello comunale è difficile vedere la trasparenza assoluta), abbiamo rintracciato questi dati che illustrano il famoso ” Cambiamento “…

Cannata Luca attuale Sindaco (prima consigliere)
Passarello Sebastiano dal 1985 ad oggi
Cancemi Gateano candidato dal 1997
Mariano Ferro candidato dal 1997
Dell’Albani Vincenzo Sebastiano candidato dal 1980

 

Buona lettura.. Del resto nell’Isola del Gattopardo, Tutto cambia affinché nulla cambi”.

Annunci

Un commento

  1. Ad Avola non è tanto la stampa a non “funzionare” quanto piuttosto la sua classe politica che è totalmente incapace a rinnovarsi, basti pensare che alle ultime elezioni ammininistrative del maggio del 2012 su 9 candidati a sindaci erano tutti quanti “politici”: tra ex sindaci, consiglieri comunali, ex presidenti del consiglio comunale, ex assessori comunali…Insomma di nuovo non c’era mancu u manicu ra scupa del Palazzo di Città, e neanche chi si spacciava per ” giovane ” lo era viste le proprie origini politiche. È un film che. rischia di riproporsi anche il prossimo anno e diciamoci la verità con i nomi che circolano sulla stampa “ufficiale” e con i commentatori “politici” che si ergono a “decani” della politica aulisi, dimenticando però i disastri delle loro esperienze politico ammininistrative, il rischio che si corre è un secondo mandato di Cannata o un altro “giovane-vecchio” in continuazione con Cannata. Ne’ il centrodestra e neanche il centrosinistra aulisi hanno più nulla da raccontare ai propri concittadini, visto che dal 1993 ad oggi hanno amministrato a turno questo paese e non con gli effetti positivi o con le aspettative che all’epoca ci aspettavamo.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...